Seconda lettera al Presidente della Repubblica

Egregio Presidente,

per prima cosa la ringrazio per essersi riferito nel suo discorso di fine anno a noi cittadini che le scriviamo. Ho apprezzato molto come ha gestito e contribuito a risolvere la crisi politica post-referendum. Le accordo tutta la mia stima e sostegno morale.

Le scrivo ancora per incoraggiarla a continuare così, a fungere da guida retta in questi tempi difficili. I partiti e movimenti politici in queste settimane si comportano come dando per scontate le vicine elezioni politiche, quasi come se lo scioglimento delle camere fosse già una realtà, e che questa realtà dipenda solo dal loro arbitrio. Quasi come se la soluzione ai problemi del paese dipendesse magicamente dal rimescolamento di qualche protagonista al comando, e non dal lavoro serio di tutti, lavoro che si può sicuramente fare da oggi, senza aspettare le elezioni di domani. Questo atteggiamento purtroppo sta togliendo attenzione ed energia dall’attività parlamentare e di governo, che invece richiederebbero la massima cura. Io appoggio pienamente la sua linea di favorire al massimo la stabilità politica affinché ci si possa impegnare alla risoluzione dei problemi del Paese, e non ricominciare da capo con un altro governo prima della fine del mandato di questo.

In questi decenni l’Italia sta regredendo sotto ogni profilo della vita pubblica e privata: il lavoro, l’educazione, la salute, la previdenza, i trasporti, l’impresa, le banche, la cultura, la civiltà, la politica. Su ogni punto si potrebbe dimostrare fattualmente il regresso in corso. Abbiamo beni troppo grandi e preziosi da salvaguardare e da far prosperare perché la classe politica sia così irresponsabile da non curarsene con la massima serierà. Da parte mia le assicuro che inizio ogni giornata con l’impegno per raggiungere questi fini, e così tanti concittadini.

Cordialissimi saluti con immutata stima,

Simone Babuin
Professore di matematica e fisica
Liceo Scientifico “Linussio”, Codroipo (UD)

[Come sempre, lettera realmente inviata, tramite https://servizi.quirinale.it/webmail/]

 

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s